Pietà e tenerezza è il Signore (Sal 110,4)


Un sabato Gesù era entrato in casa di uno dei capi dei farisei per pranzare e la gente stava ad osservarlo. Davanti a lui stava un idropico.
Rivolgendosi ai dottori della legge e ai farisei, Gesù disse: “È lecito o no curare di sabato?”. Ma essi tacquero. Egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò.
Poi disse: “Chi di voi, se un asino o un bue gli cade nel pozzo, non lo tirerà subito fuori in giorno di sabato?”. E non potevano rispondere nulla a queste parole.( Lc 14,1-6 )


Leggendo le parole del vangelo di oggi ho pensato che molto spesso anche noi ascoltiamo le parole, dimenticando Chi sta parlando.

Il Salmo 110, che oggi la liturgia ci fa pregare, ce lo ricorda .

“Pietà e tenerezza è il Signore”(Sal 110,4)

Annunci

Un pensiero su “Pietà e tenerezza è il Signore (Sal 110,4)

  1. Hai ragione, spesso si ascolta il Vangelo con noncuranza e abitudine, come se conoscessimo già il senso e le parabole già sentite e risentite..Invece la parola non è mai uguale e arriva per noi quando ne abbiamo bisogno.
    Un abbraccio carissima 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...