La casa

Carapelle Calvisio(AQ)

Oggi mi sento come questa casa,antica, poderosa, forte, la prima di tante altre che s’inerpicano sulla collina, l’una attaccata all’altra, come un treno che deve scalare la vetta

Si affaccia sulla vallata immersa nel verde dei boschi, attraversati dall’acqua che sgorga dalle sorgenti su in alto.

Il cielo ti entra nel cuore perchè lo spazio che occupa è grande, più grande del mio tormento.

Nella casa ereditata dagli antenati è custodita la memoria di un tempo non passato invano.

Al suo interno le crepe sui muri e i calcinacci  caduti sul letto, la statua di S. Antonio riversa sul comodino, i quaderni di preghiere scritte a mano, la conca di rame per prendere l’acqua al ruscello, mi parlano di vita e di morte.

Sul retro sono visibili le transenne della protezione civile che interdicono l’accesso a questa zona terremotata.

Ma guardando la facciata nessuno se ne accorge.

Annunci

3 pensieri su “La casa

  1. Una lettura che, chissà perchè, mi ha dato un pizzico di intensa emozione; forse perchè mi immedesimo nel tuo descrivere ed immaginare e, in fondo, quel ricordo antico di tanta umanità.
    Ciao, Anto.

    Carlo (A.A.)

  2. Sembra un luogo in cui sono passato, mi ha ricordato Santo Stefano di Sessanio.
    Una casa, un muro, un cielo.

  3. … e dentro i ricordi intensi di umanità e di fraternità.
    L'anima.


    Ciao, Ric.

    Carlo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...