Il regno di Dio è in mezzo a voi

Simone Martini: Storie di San Martino – La divisione del mantello

Lc 17,20-25
In quel tempo, i farisei domandarono a Gesù: «Quando verrà il regno di Dio?». Egli rispose loro: «Il regno di Dio non viene in modo da attirare l’attenzione, e nessuno dirà: “Eccolo qui”, oppure: “Eccolo là”. Perché, ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi!».
Disse poi ai discepoli: «Verranno giorni in cui desidererete vedere anche uno solo dei giorni del Figlio dell’uomo, ma non lo vedrete. Vi diranno: “Eccolo là”, oppure: “Eccolo qui”; non andateci, non seguiteli. Perché come la folgore, guizzando, brilla da un capo all’altro del cielo, così sarà il Figlio dell’uomo nel suo giorno. Ma prima è necessario che egli soffra molto e venga rifiutato da questa generazione».

“Il regno di Dio è in mezzo a voi”
Dio è vicino a noi.
Guardiamoci attorno: di lui nessuna traccia.
Se è vicino e non lo vediamo o siamo ciechi o lui non c’è, oppure ce ne siamo fatti un’immagine errata che ci induce in errore.
Perché per riconoscere una persona, per trovarla, dobbiamo sapere chi stiamo cercando, avere elementi che lo identifichino: una foto, un’immagine, un’impronta digitale.
Per vedere vicino il regno bisogna scorgere, seppellita nel cuore, quell’immagine, quell’impronta impressa in ognuno di noi.
Basterebbe guardare l’uomo, qualsiasi uomo per riconoscerlo.
Ma come?
Riconoscere Gesù in un malfattore, un carcerato, un clandestino, uno che non è dei nostri, malato, affitto, affamato, nudo.
Gesù è in ciò che c’è o in ciò che manca alle persone che ci sono vicine?
Ho pensato che ogni volta che ci relazionano con gli altri il pensiero va come dovrebbero essere, a quello che dovrebbero fare e non fanno.
E lì Gesù.

Annunci

4 pensieri su “Il regno di Dio è in mezzo a voi

  1. Gesù parla a Madre Teresa di Calcutta:
    "Hai sempre detto: fai di me ciò che vuoi. Ora voglio agire, lasciamelo fare, Mia piccola sposa, piccola Mia. Non temere. Sarò sempre con te. Soffrirai e anche ora stai soffrendo, ma se sei la Mia piccola sposa, la sposa di Gesù crocifisso, dovrai sopportare questi tormenti. LasciaMi agire. Non rifiutarMi. Fidati di Me con amore, fidati ciecamente di Me."

  2. Questa notte feci un sogno.

    C'era un re. Diceva di essere immortale e che sarebbe risorto. 
    A quel punto arriva da destra un pugnale che lo attraversa e gli si conficca nella spalla.
    Capisce di non essere immortale, che sarebbe morto.
    Si vede il dettaglio sul pugnale conficcato nella carne.
    Allora entra in scena Gesù (entra da destra nell'inquadratura).
    Il re viene portato via mentre sta morendo.
    Allora Gesù si avvicina al muro e prende la sua croce.
    Gesù con un atto di misericordia mette la mano sulla spalla del re, e la ferita scompare. Così il re capisce che il vero Salvatore, il vero Cristo è Gesù. 

  3. breve integrazione al sogno.

    Il re non è da vedere come un impostore o un millantatore o un ciarlatano. Del resto è un re!
    Dopo che viene colpito dalla spada e Gesù gli risana la ferita, infatti esce di scena con le sue gambe.

    Il giorno dopo andai ad un funerale.
    La chiesa ho scoperto era intitolata a san Giorgio.
    Un affresco di san Giorgio con la spada in mano era sulla volta centrale. Senza drago o altro. Solo san Giorgio con la spada.

    Mia zia per intenderci era una tipa che per fare piacere a sua nuora, alla domenica usciva per andare a messa. Ma invece di andare a messa, si faceva il giro del lago con il marito.

    Dopo il funerale siamo andati a trovare mio zio all'ospedale (il marito di mia zia morta). Lo avevano ricoverato perché era a rischio infarto. Ci descrisse che come il dolore lo aveva preso dalla spalla al braccio e si era propagato in giro.

    Ah, la lettura del Vangelo era su "Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me ed Io in lui".

    Quindi, come nel sogno, chi ci guarisce dai nostri peccati, dalle nostre debolezze, dalle nostre mancanze?? Solamente il Signore!!! Solamente il suo Amore.

    Altro da aggiungere?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...