Io sono tu che mi fai

Mi hai fatto senza fine
questa è la tua volontà.
Questo fragile vaso
continuamente tu vuoti
continuamente lo riempi
di vita sempre nuova.

Questo piccolo flauto di canna
hai portato per valli e colline
attraverso esso hai soffiato
melodie eternamente nuove.

Quando mi sfiorano le tue mani immortali
questo piccolo cuore si perde
in una gioia senza confini
e canta melodie ineffabili.
Su queste piccole mani
scendono i tuoi doni infiniti.
Passano le età, e tu continui a versare,
e ancora c'è spazio da riempire.

RABINDRANATH TAGORE da Gitanjali

(Grazie ad Anna Vercors che mi ha portato a riflettere.)

6 pensieri su “Io sono tu che mi fai

  1. bellissimo. grazie Antonietta!

  2. Una poesia I N C A N T E V O L E ! ! ! ! ! ! ! ! ! !

  3. Daniela ha detto bene:"cosa dire?"
    Non è un caso che il titolo che avevo messo era:"SENZA PAROLE"
    Buon sabato amici!

    Per tutti quelli che ci tolgono le parole di bocca, quando parlano con Te, di Te e per TE lode e gloria a Te, Signore Dio dell'Universo, Padre misericordioso, eterno e santo.
    Ti ringraziamo per Maria, la Madre che ci hai donato per accompagnarci sui sentieri della vita.

  4. Mi piacciono molto le poesie di Tagore, questa non la conoscevo. La poesia è intrisa di dolce spiritualità.
    Ciao

  5. Scopro ora questa bellissima poesia che non conoscevo!
    Grazie a te!

Rispondi a Saraysun Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...