Il Signore è vicino!

Meditazioni sulla liturgia della III domenica di Avvento 
( anno C)
 
LETTURE:(Sof 3,14-18)Il Signore esulterà per te con grida di gioia.;
SALMO (Is 12)  Rit: Canta ed esulta, perché grande in mezzo a te è il Santo d’Israele.;
(Fil 4,4-7) Il Signore è vicino!;
VANGELO (Lc 3,10-18)E noi che cosa dobbiamo fare?
 
” E noi che cosa dobbiamo fare?.”(Lc 3,10)
Oggi è la domenica della gioia, quella gioia che mi conquistò quando entrai per la prima volta ( in verità non era la prima, visto che avevo frequentato per 16 anni un istituto di suore, che a messa bene o male c’ero andata sempre, salvo gli ultimi anni) eppure mi viene di dire la prima volta che entrai in una chiesa.
Si entra con il corpo ma non con il cuore tante volte in una casa, in una storia, in una situazione.
Ecco quel giorno il corpo e il cuore erano sintonizzati se ne ricordo esattamente la data e le parole che ascoltai.
Era giunto il momento di accontentarsi di quello che la vita ti dava, di quello che riuscivi a vedere, sentire, fare.
Quel giorno era importante per me cercare una sedia al riparo dai rigori dell’inverno, in un luogo appartato e silenzioso, per starmene per conto mio.
Fu la gioia prorompente delle lodi del mattino che erano recitate in quella chiesa che mi svegliarono dal sonno e mi fecero tendere le orecchie.
Fu un giorno memorabile quello di una gioia scoperta lì dove mai avrei pensato.
La gioia nella Parola di Dio che non conoscevo e quella dei fedeli che la proclamavano con convinzione.
Erano pochi ma a me bastarono per invidiarli e desiderare di nutrirmi dello stesso cibo.
La mia vita è state avara di gioie solevo dire fino a poco tempo fa e l’unica cosa che mi invidiano le persone è il marito che mi segue e mi accompagna.
Anche io penso la stessa cosa… basta accontentarsi, come dice la Scrittura.
Ma io sono una che non si è mai accontentata, che ha sempre guardato non a quello che aveva ma a quello che mi mancava.
Non l’ho preteso dagli altri, però, ma da me stessa e ho cercato di rimediare cercando dentro di me tutto ciò che mi serviva per non soccombere.
Dio in questa storia dell’Antico Testamento, non ce l’ho fatto entrare e le mie gioie erano frutto di sudore, fatica, bravura mia e solo mia.
Oggi la liturgia da un lato ci pone la gioia annunciata a Sion, a Israele, a noi, uno per uno, perchè è finita la condanna, il dolore, il martirio, la persecuzione, la morte.
Ma la cosa sconvolgente è che Dio esulta di gioia per la sua sposa.
Mai abbastanza mi sazierò di questo Dio che si commuove, che soffre e che gioisce, che è vicino a noi nella gioia e nel dolore nella salute e nella malattia.
La perfezione non sta nell’impassibilità davanti ai nostri problemi, ma la sua partecipazione in anima e corpo a tutto ciò che ci affligge o ci fa stare bene.
” La gioia del Signore sia la nostra forza!”…Quando sentivo il sacerdote congedarci con queste parole non ho mai pensato alla Sua, al Suo cure di carne che esultava per la sua sposa.
Sono sempre più innamorata di questo Dio dal volto umano, un Dio che parla, che ama, che soffre, che spera.
Un Dio che ogni anno ci ripropone il mistero dell’incarnazione, la bellezza del nostro credo in una Persona viva che cammina con noi e che porta la parte più pesante del nostro bagaglio.
” Rallegrati piena di grazia, il Signore è con te!” disse l’angelo a Maria, annunciandogli il concepimento del Figlio di Dio destinato ad essergli Sposo per sempre.
Il cammino dell’Avvento è un cammino nuziale, perchè non puoi amare lo Sposo se non l’hai prima partorito, e non puoi essere madre se non hai fatto esperienza di essere figlia amata sopra ogni altra cosa dal tuo Creatore.
Il Natale è possibile se viviamo nell’ascolto della Parola che era in principio, che era presso Dio che era Dio, come dice Giovanni.
Il cammino per partorire Gesù è quello di un’infinita miseria presentata a Dio perchè la trasformi in utero fecondo di Gioia senza fine.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...