Padre, glorifica il Figlio tuo.

c0499-dio-uomo

 

VANGELO (Gv 17,1-11)
In quel tempo, Gesù, alzàti gli occhi al cielo, disse:
«Padre, è venuta l’ora: glorifica il Figlio tuo perché il Figlio glorifichi te. Tu gli hai dato potere su ogni essere umano, perché egli dia la vita eterna a tutti coloro che gli hai dato.
Questa è la vita eterna: che conoscano te, l’unico vero Dio, e colui che hai mandato, Gesù Cristo. Io ti ho glorificato sulla terra, compiendo l’opera che mi hai dato da fare. E ora, Padre, glorificami davanti a te con quella gloria che io avevo presso di te prima che il mondo fosse.
Ho manifestato il tuo nome agli uomini che mi hai dato dal mondo. Erano tuoi e li hai dati a me, ed essi hanno osservato la tua parola. Ora essi sanno che tutte le cose che mi hai dato vengono da te, perché le parole che hai dato a me io le ho date a loro. Essi le hanno accolte e sanno veramente che sono uscito da te e hanno creduto che tu mi hai mandato.
Io prego per loro; non prego per il mondo, ma per coloro che tu mi hai dato, perché sono tuoi. Tutte le cose mie sono tue, e le tue sono mie, e io sono glorificato in loro. Io non sono più nel mondo; essi invece sono nel mondo, e io vengo a te».
Parola del Signore

La gloria è la protagonista di questa preghiera sacerdotale, con la quale Gesù chiude il discorso d’addio ai discepoli, prima di venire consegnato. L’idea biblica di gloria di Dio è come un diamante a più facce che riflette e rifrange la luce in molti modi e gradazioni.

Il significato di base di “kabod”, gloria, è “pesantezza”,nel significato di valore. La si usa per descrivere elementi notevoli come la ricchezza, lo splendore, l’onore inferiore a Dio, ( inriferimento all’uomo), la potenza e la dignità di posizione.

Quando  si applica questo termine a Dio, esso assume tutte le caratteristiche sopra enunciate, ma pure un significato più trascendente e profondo.”La gloria di Yahweh” denota la rivelazione dell’essere,natura e presenza di Dio fatta all’umanità sia attraverso mezzi naturali che attraverso visioni e manifestazioni soprannaturali.

La gloria di Dio non può essere paragonata a quella dell’uomo.

L’uomo aspira all’eminenza ed al riconoscimento. Dio non ha simili ambizioni. La Sua gloria è il Suo diritto di preminenza in virtù  del Suo essere Dio.

Lapiù grande e significativa delle manifestazioni della gloria di Dio  è nella Persona di Suo Figlio.

Gesù prega il Padre perchè gli uomini che ascoltano e credono nella Parola possano glorificarlo e nel tempo stesso essere glorificati daLui.

Il peso, la reputazione, l’importanza della persona non è data quindi dal giudizio del mondo ma dal vivere coerentemente l’identità di figli di un unico Padre e fratelli in Gesù.

La gloria di Dio è l’uomo vivente, l’uomo che lo riconosce come Unico e Sommo Bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...