” Dio inviò come Salvatore per Israele, Gesù”( At 13,23)

L'immagine può contenere: oceano, cielo, crepuscolo, spazio all'aperto e acqua
” Dio inviò come Salvatore per Israele, Gesù”( At 13,23)
La parola di oggi mi conforta e mi apre alla speranza che nulla accade invano e che tutto è messo nel grande calice dell’amore di Dio.
Amo questo Dio che si è incarnato, che ha deciso di vivere insieme a me la mia storia, di qualificarla e redimerla, lo amo perchè mi ha fatto uscire dalla solitudine a cui mi aveva relegato il mondo che non rispondeva e non mi corrispondeva.
Amo Gesù perchè è un alleato potente e mi sta vicino e mi aiuta e si sostituisce a me quando il pericolo è più grande delle mie forze.
Lo amo perchè alla sua luce tutta la mia storia che pensavo sbagliata, dolorosa, ingiusta si accende di scintillanti.
I suoi passi diventano visibili, i suoi doni fruibili perchè vedo, tocco, godo della grazia che mi ha concesso in tutti questi anni di solitudine.
Amo il mio Dio perchè non mente, perchè da sempre ha profetizzato ciò che poi è accaduto.
Il mio Dio è con me, non posso temere, se mi assalgono i nemici, se la paura mi schiaccia, se il dubbio mi assale. Dio è con me sempre e mi dice” Non temere, vermiciattolo di Giacobbe, io sono con te tutti i giorni della tua vita”.
Mi piace essere chiamata con questo nomignolo affettuoso che un tempo ritenevo un affronto, mi piace che il mio creatore mi veda nella mia piccolezza e nella mia insignificante realtà e mi incoraggi a non demordere per aprire il varco che mi porterà a volare.
Lui è con me in questo sforzo titanico, quando la speranza mi abbandona e le forze vengono meno.
E’ con me e fa quello che io non so o non posso fare per trasformare il mio corpo in quello di una splendida farfalla.
Credo Signore che tu sei con me anche questa mattina che sono reduce da una notte di feroce battaglia.
Sei stato con me in quei grani di rosario a cui mi sono aggrappata per non soccombere, sei stato con me in quella mano calda e rassicurante del mio sposo che mi proteggeva gli occhi e mi leniva le piaghe.
Sei stato con me mio Signore e ti ringrazio del desiderio di cercarti in ogni più piccolo risvolto della mia storia, in ogni persona che ho incontrato in ogni evento bello o brutto che ha caratterizzato la mia vita.
Ti ringrazio specialmente perchè non hai permesso che il tuo santo vedesse la distruzione, ma con pazienza hai ricostruito ciò che io demolivo con il mio” volere è potere”.
Grazie Signore perchè in te riposa l’anima mia, perchè le mie sconfitte sono le tue vittorie, il mio corpo è il tuo corpo, il mio tempo è diventato il tuo tempo, infinito, eterno incorruttibile, tempo di grazia e di speranza, tempo di gioia e di amore condiviso.
Grazie Maria perchè guardando te sto imparando a meditare tutte le cose che non capisco nel segreto e a lasciarmi illuminare dallo Spirito di Dio che fa nuove tutte le cose.
Annunci